Consent Management | Consulente Digital Analytics e Customer Data Platform | Denis Rasia

Consent Management

Porta chiarezza su come raccogli i dati


Privacy First

Dopo anni di raccolta invasiva dei dati è evidente: le persone vogliono controllo sui propri dati e rispetto della loro privacy.

Le normative GDPR e ePrivacy specificano che i cookie possono essere letti/scritti solo dopo consenso esplicito da parte dell’utente, questo risulta in meno dati raccolti.

Parlare di privacy nel digitale è un ossimoro, si dovrebbe trovare il giusto equilibrio tra rispetto delle persone e obiettivi aziendali.

Privacy by design

Considerare la privacy by design nella digital analytics è importante:

  • è una forma di rispetto per i propri utenti ma
  • ed attenzione verso la raccolta dei dati

È facile raccogliere dei dati, ancora più facile è far raccogliere dati ad altri (vedi Facebook), meno facile è organizzare una raccolta dati pensata e misurata.

Un primo strumento vitale è la consent management platform (CMP) che gestisce i layout dei banner, la raccolta dei consensi, la gestione dei tag a seconda del tipo di consenso, grazie ad una piattaforma centralizzata.

La CMP risolve il problema per l’utente ma non completamente per l’azienda: abilitare il consenso preventivo significa perdere la misurazione dell’utente.

Machine Learning in aiuto

Il Consent Mode di Google è il tassello di aiuto per le aziende: tramite modelli di conversione il consent mode può aiutare a stimare le attività quando l’osservazione del traffico e delle conversioni non è possibile. I singoli utenti osservati in questa modellazione del traffico non vengono identificati e, inoltre, vengono trattati a livello aggregato.

Come si svolge un progetto

Un progetto di privacy nella digital analytics si svolge in collaborazione con il DPO aziendale, che fornirà le indicazioni di funzionamento dello stack di misurazione e profilazione.

Il digital analyst fornirà consulenza tecnica per concretizzare la gestione dei consensi sulle piattaforme digitali appoggiandosi a soluzioni solide come Cookiebot o CookiePro.

Considerare il consent mode all’interno di un progetto di digital analytics e consent management ha un duplice vantaggio:

  • per l’utente, dove la sua privacy viene rispettata
  • per l’azienda, che può avere una misurazione delle campagne anche da cookie bloccati

Assicura la privacy nei tuoi progetti Contattami