Salta al contenuto principale
  1. Digital Analytics/

Il nuovo Google Analytics 4

488 parole·3 minuti

Citando testualmente il banner presente in Google Analytics: A partire dal 1° luglio 2023, Universal Analytics non elaborerà più i nuovi dati nelle proprietà standard. Preparati oggi stesso configurando e iniziando a utilizzare una proprietà Google Analytics 4.

La data riferita è quella annunciata da Google ed è presumibile che, con gli aggiornamenti del Garante della Privacy, la data per smettere di usare Google Analytics Universal venga anticipata.

Questo significa che:

  • dalla data indicata l’unico strumento Google per la misurazione del traffico web sarà GA4.
  • cambiano i tag e le modalità di misurazione del traffico web, le implementazioni di Google Tag Manager andranno aggiornate.
  • cambiano alcune consuetudini, ad esempio alcuni report standard non saranno più pre-impostati in interfaccia e sparirà la metrica del bounce_rate

Lo sforzo maggiore sarà abituarsi alla nuova interfaccia. Gli utenti delle licenze standard (cioè gratuite) perderanno alcune funzionalità ma, soprattutto, ne erediteranno di nuove che solitamente erano riservate agli utenti di Google Analytics 360.

Qui cosa quadagneremo e cosa perderemo dal 1° luglio 2023, in ottica di chi usa le licenze standard.

GA4 e la privacy #

  • Nessuna necessità di anonimizzare l’IP. Non viene raccolto dai server Google
  • Cancellazione dei dati (guida)
  • Manca purtroppo la possibilità di utilizzare il customTask Builer di Simo Ahava, che permetteva di manipolare l’hit rimuovendo possibili informazioni personali prima dell’invio a Google

Nuove funzionalità acquisite con GA4 #

  • Definire l’accesso ai dati di costi e entrate per utente e/o per gruppo
  • Aggiungere, modificare e bloccare eventi dall’interfaccia (guida)
  • Collegamento a Search Ads 360 e Display Video 360
  • Esportazione dati raw in Google BigQuery
  • Impostazione del tracciamento cross-dominio da interfaccia
  • Dati non campionati
  • Nuova interfaccia per il report real-time
  • Data Driven Attribution
  • Vista di debug
  • Confronti
  • Esplorazione utente
  • Sovrapposizione per segmenti
  • Rapporti flusso personalizzabili e funnel per eventi

Funzionalità che si andranno a perdere con GA4 #

  • Filtri dati per trasformare, escludere o includere secondo specifici criteri (Filtri per IP invece già disponibili)
  • Viste di Analytics -> a meno che non si abbia la versione 360
  • Raggruppamento canali personalizzato -> aggiornamento: in arrivo
  • Dashboard personalizzate
  • Dati di benchmark
  • Rapporti utente: nuovi vs di ritorno, frequenza, etc…
  • Libreria di segmenti

Come affrontare la migrazione a Google Analytics 4 #

Idealmente, dalla deadline del 1° luglio 2023 si dovrebbe avere una proprietà GA4 già attiva dal 1° luglio 2022 in modo d’avere almeno un anno di storica.

La migrazione richiede di valutare:

  • La strutturazione dell’account
  • La creazione di una proprietà GA4 e l’implementazione dei tag base
  • La mappatura di tutti gli eventi in Universal Analytics e l’implementazione con i tag di GA4
  • Per gli ecommerce, la scrittura dei dataLayer per la sintassi di GA4 e la creazione dei tag GA4 in Google Tag Manager
  • Se applicabile, l’impostazione della user-id e delle user properties.

E’ importante ricordare che GA4 non è considerabile come un upgrade di un’esistente proprietà di Google Analytics. E’ un’implementazione da zero di un nuovo tool di web analytics.

Contattami
Denis Rasia
Autore
Denis Rasia
Denis Rasia è un consulente digital analytics e digital marketing specializzato nella piattaforma Google Analytics 4 e nella customer data platform di Segment.